Author Archives: admin

  • -

Voucher digitalizzazione – Fino a 10 mila euro a fondo perduto

Voucher digitalizzazione per PMI

Fino a 10 mila euro a fondo perduto dal 30 gennaio le domande

Cos’è

È una misura agevolativa per le micro, piccole e medie imprese che prevede un contributo, tramite concessione di un “voucher”, di importo non superiore a 10 mila euro, finalizzato all’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.

La disciplina attuativa della misura è stata adottata con il decreto interministeriale 23 settembre 2014.

Cosa finanzia

Il voucher è utilizzabile per l’acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di:

  • migliorare l’efficienza aziendale;
  • modernizzare l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;
  • sviluppare soluzioni di e-commerce;
  • fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Gli acquisti devono essere effettuati successivamente alla pubblicazione sul sito web del Ministero del provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher adottato su base regionale.

Le agevolazioni

Ciascuna impresa può beneficiare di un unico voucher di importo non superiore a 10 mila euro, nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili.

Come funziona

Con decreto direttoriale 24 ottobre 2017 sono state definite le modalità e i termini di presentazione delle domande di accesso alle agevolazioni. Le domande possono essere presentate dalle imprese a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018. Già dal 15 gennaio 2018 è possibile accedere alla procedura informatica e compilare la domanda. Per l’accesso è richiesto il possesso della Carta nazionale dei servizi e di una casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva e la sua registrazione nel Registro delle imprese.
Entro 30 giorni dalla chiusura dello sportello il Ministero adotterà un provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher, su base regionale, contenente l’indicazione delle imprese e dell’importo dell’agevolazione prenotata.

Nel caso in cui l’importo complessivo dei Voucher concedibili sia superiore all’ammontare delle risorse disponibili (100 milioni di euro), il Ministero procede al riparto delle risorse in proporzione al fabbisogno derivante dalla concessione del Voucher da assegnare a ciascuna impresa beneficiaria. Tutte le imprese ammissibili alle agevolazioni concorrono al riparto, senza alcuna priorità connessa al momento della presentazione della domanda.

Ai fini dell’assegnazione definitiva e dell’erogazione del Voucher, l’impresa iscritta nel provvedimento cumulativo di prenotazione deve presentare, entro 30 giorni dalla data di ultimazione delle spese e sempre tramite l’apposita procedura informatica, la richiesta di erogazione, allegando, tra l’altro, i titoli di spesa.

Dopo aver effettuato le verifiche istruttorie previste, il Ministero determina con proprio provvedimento l’importo del Voucher da erogare in relazione ai titoli di spesa risultati ammissibili.

La nostra azienda può realizzare per Voi, il progetto e prospetto per il calcolo dei parametri dimensionali, necessari per l’assegnazione del Voucher, in base alle vostre esigenze.

Contattaci

Nome e Cognome (richiesto)

Città (richiesto)

Indirizzo

E-mail (richiesto)

Telefono/Cell. (richiesto)

Testo

Share

  • -

ROI – Cos’è e come preventivarlo grazie alle statistiche web advertising

Tags : 

ROI – Cos’è e come preventivarlo grazie alle statistiche web advertising

ROI è l’acronimo dei termini inglesi Return On Investment che in italiano può essere tradotto, letteralmente, come ritorno dell’investimento.

Quindi il ROI è un indice che va ad identificare la redditività del capitale investito, vale a dire quanto una campagna pubblicitaria ha realmente fruttato.

Il ROI si calcola prendendo in considerazione l’utile fatturato (vale a dire il guadagno ottenuto al netto del capitale investito) e dividendolo per il capitale investito.

Diventa dunque evidente che maggiore è il ROI, più proficua sarà stata la campagna pubblicitaria e maggiori saranno stati gli introiti.

Preso in considerazione in questo modo, il ROI sembra essere molto semplice da determinare.

ROI – Cos’è il e come preventivarlo grazie alle statistiche web advertising

In realtà ci sono alcuni fattori da prendere in considerazione quali i vari canali che si sono percorsi durante la campagna pubblicitaria e la porzione di utenti che non ha generato utili durante la campagna ma che grazie ad essa lo farà in futuro.

Nel Web Marketing, il ROI riveste un ruolo importante ed è pertanto un parametro da tenere sempre monitorato.

A sostegno di questa necessità intervengono specifici strumenti che consentono di calcolare il ROI per ogni singola parola chiave utilizzata, per ogni banner cliccato e per ogni campagna pay-to-click.

Conoscere questi dettagli è indispensabile per sapere se la campagna pubblicitaria sta seguendo la strada giusta e se si avrà il giusto ritorno economico.

Avere il dettaglio per ogni fattore che compone la campagna, inoltre, permette di modificare eventualmente le keywords non performanti.

Ogni azienda dovrebbe puntare sul web advertising, vale a dire sulla pubblicità online, per poter far crescere la propria attività e aumentare le vendite.

ROI – Cos’è il e come preventivarlo grazie alle statistiche web advertising

Tutti i sistemi di web advertising permettono di creare un preventivo personalizzato del ROI in base al budget e all’obiettivo che si intende raggiungere.

Per limitare al massimo i rischi che derivano da qualsiasi investimento, i sistemi di advertising online permettono di prendere in considerazione un target di riferimento, ottimizzando quindi al massimo le campagne.

Non bisogna dimenticare, inoltre, che è necessario seguire più canali, anche se questo può richiedere una spesa maggiore, ma dà la certezza di raggiungere l’obiettivo.

Per capire l’importanza della presenza sul web va tenuto conto che le persone usano internet sempre di più e che ormai è diventato parte integrante delle loro vite ed è impossibile immaginarsi una vita sempre.

Stiamo infatti vivendo l’era del tutto connesso e del sempre connesso e un’azienda deve assolutamente sfruttare questa grande opportunità di crescita.

Ma cosa fanno gli utenti su internet? In primo luogo controllano la posta elettronica, poi effettuano ricerche sui motori come Google e Bing, ma soprattutto frequentano i Social Network.

In base a queste abitudini degli utenti, l’azienda deve agire con campagne di e-mail marketing, banner o Google Ads e annunci sui Social Network, soprattutto su Facebook.

ROI – Cos’è il e come preventivarlo grazie alle statistiche web advertising

Inoltre, la presenza dell’azienda sul Social è fondamentale per creare un rapporto diretto con il cliente, rispondere alle eventuali richieste, accettare consigli e far nascere quella fiducia che farà scegliere l’azienda invece dei vari competitor.

Per poter calcolare il ROI della propria campagna pubblicitaria bisogna istallare sul computer un programma che permetta di visualizzare le varie statistiche, come ad esempio Google Analytics.

Il programma infatti consente di visualizzare e monitorare tutti i fattori legati alla propria campagna e di crearne una che sia il più specifica possibile.

La scelta del target è fondamentale e quindi è necessario fare in modo che gli utenti dell’area geografica, della fascia d’età giusta e con interessi che si avvicinano al servizio offerto, entrino in contatto con l’azienda.

Infine, nel calcolo del ROI bisogna tenere presente che gli utenti spesso si informano online ma poi acquistano offline, oppure online ma in un altro momento.

Può inoltre capitare che entrando in contatto sul web con l’azienda decidano di fare una telefonata per ottenere maggiori informazioni oppure di raggiungere il negozio, soprattutto se non è molto lontano, per visualizzare la merce dal vivo.

Giovanni Zappalà

ROI - Cos'è il e come preventivarlo grazie alle statistiche web advertising

Share

  • -

Cancellare il proprio nome da Internet – Diritto all’oblio web

Diritto all’oblio: la cancellazione delle notizie pregiudizievoli alla propria reputazione dai siti, dai link di Google, l’eliminazione dei tag e la de-indicizzazione.

Read More

Share

  • -

Franchising&Retail Expo

Siamo lieti di informarti che saremo presenti alla prima edizione di

Franchising&Retail Expo, F&re, a Bologna il 28-29- 30 aprile 2016

Read More

Share

  • -

  • -

  • -

  • -

  • -

  • -

Per qualsiasi informazione...saremo lieti di aiutarti!